Aspettiamo un bambino!

1º trimestre

Arriva la sorpresa della gravidanza e sembra contagiare tutto il nostro ambiente, anche se, senza dubbio, la protagonista principale di tutta la storia è la donna che, poco a poco, inizierà a creare una nuova vita. Un processo pieno di cambiamenti fisici, ma anche emotivi. Benvenuta nel primo trimestre!

etapa-img1
  • Da 0 a 4 settimane

    In queste prime settimane si sviluppa la placenta, l'organo che nutrirà e proteggerà il bambino, il tuo corpo inizia a generare gli ormoni necessari e a sviluppare i cambiamenti che consentiranno alla nuova vita di crescere ogni giorno di più. Quando andrai dal ginecologo, ti chiederà la data della tua ultima mestruazione (DUM) per stabilire la data presunta del parto (DPP), nonché i diversi controlli ai cui dovrà sottoporti.

  • Settimana 5

    Hai un ritardo di una settimana rispetto alla data delle mestruazioni e probabilmente starai pensando di fare un test di gravidanza. È da solo tre settimane che l'ovulo è stato fecondato, è ancora presto per iniziare a notare i cambiamenti! 

    Nonostante ciò, vi sono donne che notano sin da subito che il proprio seno è aumentato e altre che cominciano a notare una sensazione strana o di malessere al risveglio, a volte accompagnato da nausea. Ci sono donne che sanno subito di essere incinte, ma è comunque sempre meglio confermarlo

  • Settimana 6

    Poco a poco i sintomi si notano sempre di più, anche se possono essere diversi in ogni donna (o nelle diverse gravidanze di una stessa donna). Quello più evidenti è la nausea mattutina, che in alcuni casi può durare tutto il giorno. Anche il seno aumenta e può essere più sensibile; inoltre la pressione dell'utero sulla vescica può far aumentare il bisogno di andare in bagno. Cerca di bere abbastanza acqua per mantenerti ben idratata, soprattutto se devi recuperare i liquidi persi con il vomito.

  • Settimana 7

    È possibile che in questa settimana tu perda un po' di peso a causa della nausea, che probabilmente durerà per tutto il primo trimestre. Cerca di mangiare molte volte nel corso della giornata in piccole quantità e, soprattutto, ciò di cui hai voglia. A livello ostetrico, questa settimana ha inizio la formazione del tappo mucoso, una struttura gelatinosa che chiude il canale cervicale per proteggere l'utero e che sarà espulso poco prima del parto.

  • Settimana 8

    L'utero è grande quasi come un'arancia, pertanto è possibile notarlo un po' nella zona del girovita e può darsi che ti sia difficile allacciarti alcuni vestiti. Potrai anche percepire di tanto in tanto lievi dolori al basso ventre, simili a quelli premestruali, ma che semplicemente riflettono l'aumento dei vasi sanguigni diretti all'utero.

  • Settimana 9

    Probabilmente noterai i seni enormi, pesanti e delicati, oltre a essere più sensibile agli odori. La voglia di mangiare sarà probabilmente maggiore, così come la ritenzione d'aria e forse la stitichezza, a causa del progesterone. Noterai un po' di pancia, anche se agli occhi degli altri sarà impercettibile e i vestiti cominceranno a starti stretti all'altezza della vita.

  • Settimana 10

    Noterai una maggior sensibilità nei seni, in quanto sono cresciuti ancora. Se ci fai caso, puoi vedere delle linee blu che li attraversano: sono vene dilatate, riflesso di un maggior apporto di sangue nel tuo corpo, che può raggiungere un 40-50% in più rispetto a prima della gravidanza. Sono visibili anche nella zona dello stomaco e sulle gambe. Le dimensioni dell'utero sono quasi quelle di una mela grande, per questo motivo il tuo girovita aumenterà un po'. A causa degli ormoni, ti possono comparire delle leggere macchie marroni sul viso, per cui devi evitare l'esposizione al sole, o per lo meno applicare sulla pelle una protezione solare con un fattore elevato.

    A livello emotivo, potrai sentirti più irritabile, sensibile, nervosa... sia per la tua nuova situazione che per l'effetto degli ormoni.

  • Settimana 11

    Poco a poco alcuni disturbi sembrano scomparire, sia a livello fisico che emotivo. I primi sono la nausea mattutina, i giramenti di testa e il vomito. Se nel tuo caso non sono ancora scomparsi, abbi un po' di pazienza.

    Cresce inoltre l'appetito ed è possibile che il peso cominci ad aumentare. Respirerai, forse, anche più in fretta e suderai più del normale, segno che il tuo organismo funziona correttamente per dare al bambino ciò di cui ha bisogno. Noterai che il tuo olfatto è più sensibile, cosa alle volte fastidiosa, in quanto molti odori saranno per te sgradevoli.

  • Settimana 12

    Una volta superata la 12ª settimana, la probabilità di aborto si riduce considerevolmente, per questo motivo molte persone comunicano in questo momento la dolce attesa. Per quanto riguarda i cambiamenti, l'utero continua a crescere e probabilmente lo noterai sopra la sinfisi pubica. Aumenta anche il tuo metabolismo basale, ragion per cui avrai forse più caldo del normale e a causa del maggior volume di sangue potrebbero manifestarsi mal di testa occasionali, che scompariranno in fretta.

  • Settimana 13

    Da questa settimana in poi ha inizio la fase più gradevole della gravidanza: l'utero continua a crescere ed esce dal bacino, smettendo, quindi, di premere sulla vescica e facendo diminuire il tuo bisogno di andare in bagno. Invece, i legamenti che sostengono l'utero si tendono, potendo provocare, nel muoverti, il "dolore al legamento rotondo" ai lati della pancia. Non è un dolore rilevante e puoi alleviarlo con una fascia di sostegno. Noterai inoltre un aumento delle perdite vaginali a causa di una maggiore produzione di ormoni da parte della placenta. Non ha importanza, a meno che tu non abbia prurito. In questo caso, consulta il tuo ginecologo per sapere se si tratta di un'infezione vaginale.

  • Settimana 14

    In questa nuova fase è probabile che tu ti senta meglio. Ti sei lasciata alle spalle i disturbi del primo trimestre e i disagi del terzo devono ancora arrivare. Può darsi che la tua gravidanza si noti già in modo più evidente, anche se in genere passa inavvertita. Per quanto riguarda i cambiamenti, si nota l'imbrunimento e l'aumento del diametro delle areole dei seni, che si preparano per l'allattamento.

Un prodotto per ogni esigenza

Laboratorios Ordesa è in grado di offrire un'ampia gamma di prodotti di alta qualità per soddisfare le esigenze dei più piccoli. Qui puoi scoprire il prodotto più adatto all'età, all'uso, alle tappe della crescità del tuo bambino, e trovare il sapore e la consistenza perfetta. Buon appetito!