Piccole cure, maggior benessere

Consigli e cure

Importante quanto nutrirsi bene è prendersi cura del proprio corpo, che subisce i cambiamenti e che soffre i disturbi tipici della gravidanza. Ecco alcuni consigli sulle cure più comuni, accompagnati da piccoli trucchi o indicazioni che possono aiutarti a sentirti meglio.

etapa-img1
  • Capelli
    • Evita l'asciugacapelli, se possibile.
    • Evita le tinte con coloranti a base di ammoniaca e/o altri composti chimici ossidanti ad alto assorbimento attraverso la pelle.
    • Non usare nemmeno prodotti chimici per rendere i capelli mossi o lisci.
    • Lavati i capelli delicatamente e massaggia in modo circolare la testa per favorire l'irroramento sanguigno.
    • Spazzolati con delicatezza come sempre.
    • Usa una spazzola dalle setole arrotondate, in quanto favorisce la microcircolazione del cuoio capelluto.
  • Caduta dei capelli nel post-parto:
    • Segui una dieta ricca di vitamine del gruppo B, di vitamina A e di vitamina C, di minerali (ferro, calcio e iodio) e di amminoacidi come la cisteina.
    • Utilizza prodotti dermocosmetici, come shampoo e mascherine nutritive, per rafforzare i capelli e frenarne la caduta.
  • Igiene personale

    Si consiglia di farsi il bagno o la doccia tutti i giorni, per evitare l'aumento di sudorazione e la secrezione di sebo durante la gravidanza. Il bagno ha inoltre un effetto rilassante e stimola la circolazione, aiutandoti a sentirti meglio.

  • Igiene dentale

    È imprescindibile mantenere denti e gengive puliti in gravidanza, in quanto i cambiamenti ormonali e l'aumento del fabbisogno di calcio possono deteriorarli, provocando gengivite, carie o altre patologie. Cosa fare? Alcuni consigli:

    • Lavati i denti dopo mangiato almeno 2 volte al giorno (mattina e sera)
    • Fallo in modo accurato ma delicato, massaggiando le gengive: le rafforzerai, eviterai il sanguinamento futuro e ne ridurrai la sensibilità.
    • Utilizza il filo interdentale o spazzolini interprossimali, oltre a un dentifricio contenente fluoro, soluzioni per risciacqui, colluttori o altri prodotti appositi per ridurre la sensibilità o il sanguinamento. Chiedi al tuo dentista o farmacista di fiducia qual è il prodotto più appropriato.
    • Recati periodicamente dal dentista durante la gravidanza
    • Mangia più alimenti ricchi di calcio e vitamine A e D per fornire al tuo bambino le quantità di cui ha bisogno, senza doverle prelevare dalle tue riserve, dai tuoi denti o dalle tue ossa.
  • Igiene intima

    Devi curare questo aspetto in gravidanza, a causa dell'aumento delle perdite vaginali (leucorrea), che cambiano sia per quanto riguarda la quantità che la consistenza, in quanto diventano più scure. Alcuni consigli:

    • Bevi molta acqua.
    • Scegli saponi liquidi e delicati, appropriati per l'igiene intima e di uso esterno. Eviterai le infezioni dovute a funghi e la candida.
    • Si consiglia di lavare le zone intime un minimo di una o due volte al giorno.
    • Asciugati con cura le zone intime per evitare la proliferazione di germi.
    • Utilizza biancheria intima di tessuti naturali, come il cotone
    • Evita le lavande vaginali, in quanto alterano la necessaria flora vaginale e aumentano il rischio di infezione.
    • Se noti prurito o bruciore, consulta il tuo specialista
  • Cure per le smagliature
    • Mantieni la pelle idratata durante tutta la gestazione, in particolare negli ultimi mesi di gravidanza e nel primo periodo post-parto (idratazione esterna).
    • Nutriti in modo sano, bevi molti liquidi per favorire l'idratazione.
    • Puoi utilizzare una crema specifica per le smagliature, in quanto rende la pelle più resistente.
    • Se le smagliature sono già comparse, continua ad effettuare queste cure, in quando puoi migliorarne l'aspetto e ridurle.
    • Consulta il tuo ginecologo o il tuo farmacista di fiducia per saperne di più, e ricorda che alcune delle smagliature della gravidanza si notano molto meno dopo il parto, una volta recuperato il proprio peso abituale.
  • Cure delle macchie della pelle
    • Utilizza sempre una crema solare con fattore di protezione elevato quando prendi il sole.
    • Non esporti al sole per periodi troppo lunghi, per evitare l'aumento delle macchie.
    • Probabilmente le macchie scompariranno dopo la nascita del bambino, ma se ciò non succede, consulta il tuo specialista di fiducia.
  • Cure del seno
    • Mantienilo idratato durante tutta la gravidanza, in quanto si tratta di una zona soggetta alla comparsa di smagliature.
    • Dal sesto mese in poi, se cominci a produrre colostro, utilizza coppette assorbilatte per evitare di macchiare i vestiti e lavati il seno con acqua e sapone per evitare irritazioni.
    • Dopo la nascita, mantieni idratati i capezzoli per evitare le ragadi. Esistono prodotti farmaceutici che possono aiutarti.
    • Una volta concluso l'allattamento, puoi palliare la perdita di tono con prodotti dermocosmetici, ma ricorda che devi essere costante affinché siano efficaci.
    • Durante la gravidanza e in seguito durante l'allattamento, utilizza reggiseni che sostengano saldamente il seno senza comprimere i capezzoli e indossa vestiti ampi e comodi.
  • Combattere le emorroidi
    • Muoviti, cammina o passeggia. Fai gli esercizi di Kegel.
    • Fatti bidet di acqua calda, in quanto migliorano la circolazione e alternali a impacchi freddi, che aiutano a diminuire l'infiammazione e la sensazione di dolore.
    • Mantieni la zona perianale (dalla vagina al retto) molto pulita.
    • Se i disturbi persistono, consulta il tuo medico per valutare la possibilità di iniziare un trattamento a base di crema antiemorroidale.
  • Vene varicose e circolazione sanguigna
    • Evita di stare in piedi a lungo.
    • Quando ti siedi, non accavallare le gambe.
    • Ogni volta che puoi, solleva le gambe al di sopra delle anche.
    • Fai regolarmente esercizi con i piedi.
    • Consulta il tuo specialista riguardo alla possibilità di utilizzare calze contenitive per migliorare la circolazione delle gambe dopo la gravidanza.
  • Attività fisica

    Fonte di benefici per la salute della madre e del bambino: migliora il sistema cardiovascolare e quello metabolico, aiuta a perdere peso dopo il parto, fa diminuire l'ansia e migliora l'umore e il sonno. Può anche alleviare i disturbi della gravidanza, come la stitichezza, il mal di schiena, la stanchezza, il gonfiore alle gambe e le vene varicose. Alcuni studi dimostrano che l'attività fisica contribuisce a velocizzare il parto e riduce la necessità di farmaci per indurre il travaglio e di epidurali. Se la tua gravidanza è a basso rischio, puoi fare attività fisica regolarmente, seguendo alcuni consigli:

    • Fai esercizi di rilassamento e dello stretching prima e dopo ogni sessione.
    • Ingerisci abbastanza liquidi prima e durante l'attività fisica, per evitare di surriscaldarti in eccesso.
    • Mangia frutta, verdura e carboidrati come pasta e cereali.
    • Nel secondo e nel terzo trimestre, cerca di evitare esercizi da fare a pancia in su, in quanto limitano il flusso sanguigno diretto al ventre.
    • Non ti affaticare esageratamente: ciò significa che il bambino e il tuo corpo ricevono meno ossigeno di quello di cui hanno bisogno.
    • Attenzione all'equilibrio! Il tuo centro di gravità è cambiato, è probabile che tu non sia agile quanto prima.
    • Evita sport a rischio di urti, come hockey, calcio e pallacanestro, e di equilibrio come la ginnastica artistica, lo sci o l'equitazione.
    • Sport consigliati? Quelli che non richiedono grandi sforzi né il sollevamento di peso, come il nuoto o una bella passeggiata
    • L'attività fisica in acqua è ideale, in quanto ti sentirai più leggera e flessibile
  • Stitichezza
    • Includi nella tua dieta alimenti ricchi di fibre, come pane integrale, cereali integrali, frutta e verdura.
    • Includi nella tua dieta alimenti ricchi di fibre, come pane integrale, cereali integrali, frutta e verdura.
    • Fai attività fisica ed evita una vita sedentaria: in questo modo stimolerai il transito intestinale.
    • Stabilisci un orario per andare in bagno.
    • Solleva le gambe durante l'evacuazione, in quanto questa postura consente di rilassare lo sfintere anale.
    • Se la stitichezza non migliora seguendo questi consigli, consulta il tuo ginecologo. Potrebbe ritenere necessario prescriverti un lassativo, ma non ti automedicare, non tutti i lassativi sono appropriati in gravidanza.
  • Consigli per combattere il mal di schiena
    • Indossa scarpe comode per tutta la gravidanza.
    • Quando ti pieghi, mantieni la schiena in posizione eretta e piega le ginocchia.
    • Per mantenere la schiena in posizione eretta quando ti siedi, colloca un cuscino o un asciugamano arrotolato nella zona dei reni, mantieni la schiena in posizione eretta e le anche in avanti.
    • Se ti sdrai, colloca un cuscino tra le gambe per mantenere la schiena in posizione corretta.
    • Fai attività fisica per rafforzare i muscoli della schiena e i glutei. Consulta uno specialista riguardo all'attività fisica più idonea.
    • Riscalda la zona con una borsa dell'acqua calda o applica un tappetino per la schiena sulle contratture, entrambi oggetti dall'effetto calmante.
    • Se il dolore è forte, chiedi al tuo ginecologo se puoi assumere un analgesico leggero, ma non ti automedicare mai.
  • Gambe stanche
    • Evita di stare in piedi a lungo.
    • Se ti si gonfiano i piedi, siediti e sollevali il più in alto possibile.
    • Mettiti comoda, con le gambe sollevate, e riposati.
    • Fai alcuni dei seguenti esercizi:
      • Sdraiati a pancia in su e solleva le gambe: disegna dei cerchi con i piedi e, in seguito, fai la bicicletta.
      • Piega le gambe, sollevane una e, afferrandola con le due mani dal polpaccio, tira con cura verso di te il più possibile.
      • Sdraiata a pancia in su, rilassati incrociando e piegando le gambe verso la pancia.
      • Una forte sensazione di ritenzione di liquidi può essere sintomo di una pressione arteriosa elevata (ipertensione arteriosa). Se il gonfiore è considerevole o se ti si gonfiano anche le mani e il viso, consulta immediatamente il tuo ginecologo.
  • Mancanza di sonno
    • Fai esercizi di rilassamento per ridurre lo stress.
    • Scegli la comodità: una temperatura della stanza gradevole, indossa vestiti comodi e utilizza cuscini per appoggiare la schiena o l'addome.
    • Fatti una doccia o un bagno prima di andare a dormire: ti aiuterà a rilassarti.
    • Evita di alzarti durante la notte, se possibile.
  • Disturbi digestivi
    • Evita il tabacco
    • Mangia poco e frequentemente: almeno 5 volte al giorno.
    • Evita cibi fritti, molto grassi o piccanti, bevande contenenti caffeina e bevande a base di agrumi, cioccolato, ecc.
    • Dopo i pasti, riposa semi-seduta.
    • Dopo cena, non andare subito a dormire: fai passare un po' di tempo.
    • Dormi con due cuscini, in modo da stare in posizione semi-sollevata.
    • Bevi tra un pasto e l'altro per mantenerti idratata. È meglio rispetto a bere molto e solo durante i pasti.
    • Utilizza vestiti comodi. I vestiti stretti possono comprimere lo stomaco e far aumentare la sensazione di bruciore.
    • Se i bruciori di stomaco persistono, consulta il tuo ginecologo.

Cerca prodotti

Un prodotto per ogni esigenza

Laboratorios Ordesa è in grado di offrire un'ampia gamma di prodotti di alta qualità per soddisfare le esigenze dei più piccoli. Qui puoi scoprire il prodotto più adatto all'età, all'uso, alle tappe della crescità del tuo bambino, e trovare il sapore e la consistenza perfetta. Buon appetito!