La dermatite atopica nel bambino

La dermatite è una malattia della pelle molto comune nei bambini piccoli. Ogni anno infatti, aumentano i casi dovuti all'eccessiva igiene nella zona del pannolino, che abbassa le difese naturali della pelle. Dobbiamo distinguere tra dermatite da pannolino e dermatite atopica.

La dermatite atopica (DA) nei neonati di solito compare intorno ai 6 mesi di vita. Si tratta di una malattia infiammatoria della pelle che si manifesta con la comparsa di placche rosse e squamose che provocano un prurito intenso. Molti pazienti soffrono di episodi acuti in cui i sintomi si aggravano e il continuo grattarsi (inevitabile nei bambini) aumenta il prurito.

Nei neonati si manifesta per lo più sulle ginocchia, sul mento, sulla fronte e, nei bambini più grandi, nella zona interna dei gomiti, dietro le ginocchia, su mani e piedi, sul torso, ecc. La dermatite in genere scompare una volta raggiunta l'adolescenza, ma può ripresentarsi in periodi di stress.

Per quanto riguarda le cause, si tratta di una malattia di origine genetica, nonostante sulla sua comparsa influiscano anche alcuni fattori esterni come stress, inquinamento o il contatto con alcuni tessuti e allergeni come polvere, peli degli animali domestici, lana, ecc. Gli esperti inoltre, confermano un aumento progressivo dei casi di dermatite da pannolino; la causa principale, come detto, è legata ad un'eccessiva igiene durante il cambio, che provoca la scomparsa della naturale barriera della pelle. Un'igiene eccessiva è deleteria tanto quanto una ridotta e bisogna quindi evitare di usare prodotti troppo aggressivi.

Trattamento

Se noti che tuo figlio presenta un'eruzione cutanea di qualsiasi tipo, devi rivolgerti al pediatra, il quale effettuerà una diagnosi e ti consiglierà il trattamento più adeguato. Nel caso della dermatite atopica, è in genere consigliabile l'utilizzo di una crema speciale per alleviarne i sintomi, in quanto non vi è alcun trattamento che faccia scomparire completamente la malattia. Il pediatra ti consiglierà probabilmente di adottare una serie di misure igieniche:

  • Utilizzare sapone e shampoo neutri. I bambini, non necessitano di essere lavati con il sapone tutti i giorni; la pulizia con l'acqua è sufficiente.
  • È consigliabile aggiungere un olio o un emolliente a base di avena nell'acqua del bagno, che non deve durare più di 10 minuti.
  • Dopo il bagno, applica una crema idratante.
  • Utilizza indumenti di cotone morbido.
  • Asciuga delicatamente la pelle del bambino, senza sfregare.
  • Non coprirlo eccessivamente, per evitare che sudi. In inverno, quando il riscaldamento è acceso, utilizza un deumidificatore per far sì che l'ambiente non sia troppo secco.
  • Se si gratta molto, tagliagli spesso le unghie e, se necessario, fagli indossare dei guanti.

Articoli Correlati