Alleviare le coliche del neonato

Un neonato che urla e piange, stringe le gambe sull'addome, chiude i pugni e diventa rosso... Ne sai qualcosa? Può essere un caso di colica, un dolore inizialmente inoffensivo che di solito inizia in serata e può durare da pochi minuti fino a diverse ore. La colica dei lattanti non è facile da gestire né per il neonato né per i genitori: ecco alcuni suggerimenti per affrontarla nel miglior modo possibile.

Sentire il tuo bambino piangere in modo intenso e prolungato per diverse ore senza poterlo calmare può essere il peggiore dei martìri. Molte volte la colpa è delle coliche, disturbo di cui soffre un neonato su quattro. Esse sono dovute all'immaturità dell'apparato digerente ed in genere compaiono intorno alle tre settimane di vita con un peggioramento fino alle sei settimane. Da qui migliorano gradualmente e, intorno ai tre o quattro mesi, tendono a scomparire.

Qual è la soluzione?

In linea di principio non esiste una cura specifica perché non sono considerate una malattia. Sono un disturbo in genere associato alla presenza di aria e problemi intestinali anche se molti fattori possono contribuire a renderle più o meno intense. Se durante il giorno il bambino è allegro, mangia correttamente ed aumenta di peso, non sussistono particolari problemi. Dopo aver escluso che il pianto non sia dovuto ad altre cause, come fame o pannolino sporco, resta solo da affrontare la colica nel miglior modo possibile attenendosi alle seguenti raccomandazioni:

  • La cosa più importante è che genitori o operatori sanitari dimostrino tranquillità, parlino dolcemente al bambino e non si lascino sopraffare dal nervosismo.
  • Prendete il bambino e giratelo a pancia in giù appoggiandogli una mano sull'addome. Il calore della mano può aiutarlo a calmarsi.
  • Modificate la situazione e cambiate attività. Se siete a casa, provate a uscire e fare una passeggiata o un giro in macchina.
  • Prova con i rumori bianchi, come la lavatrice e l'aspirapolvere. Gli ricordano il periodo trascorso nell'utero materno e lo fanno rilassare.
  • Cullalo. Un dolce ondeggiare può essere confortante per il bambino. Cullalo tenendolo in braccio o in un marsupio.
  • Se allatti, evita le sostanze eccitanti come il caffè, il tè e le bevande contenenti caffeina.
  • Nei casi in cui il bambino sia già passato al latte per l'infanzia,potrai consultare il pediatra per valutare la possibilità di utilizzare una formula facilmente digeribile.

Articoli Correlati